TUASORELLAMINORE: il video di ” Morfina” girato nel quartiere di Bari Vecchia

TUASORELLAMINORE: il video di ” Morfina” girato nel quartiere di Bari Vecchia

Girato nel caratteristico quartiere di Bari Vecchia. Morfina è ultimo singolo dell’enigmatica e coreografica artista pugliese Tuasorellaminore, distribuito da Pirames International.

“Per il video di Morfina ho pensato all’inizio di un viaggio, a quando si prepara la valigia e ci si prefigura nel luogo d’arrivo, a quando si esce di casa per andare a prendere un aereo. Poi ho pensato ai colori, alle ombre, alla mia città ed a tutte le sue sfumature, alle persone che amo che mi hanno sostenuto ed hanno sempre creduto in Tuasorellaminore (e sono infatti anche presenti nel video). Volevo che il video fosse un quadro in movimento, uno scorcio di tutto quello che esteticamente mi rappresenta, l’inizio di un’avventura un po’ assurda, strana, fuori dal tempo.

Volevo si respirasse arte, storia, religione, dello stile street, urban ma anche ricercato. Volevo far trasparire il senso di unione tra me ed i miei amici, volevo il gioco di squadra, perché è questo che mi fa sentire parte di qualcosa di grande, perchè la complicità ed il legame che si creano tra le persone è qualcosa di magico ed inspiegabile che va oltre tutto e volevo che il video avesse un po’ di questa magia. Secondo me tutto ciò di veramente forte che viene realizzato deriva dall’unione di idee, dalle sinergie che si creano, dal mescolarsi e difatti Morfina è un grido collettivo legato all’attualità, una richiesta di aiuto universale. Volevo che trasparisse il mio carattere bizzarro, un po’ scontroso forse, ma mai solitario”.

Nel video Tuasorellaminore ha una tuta da motociclista e si conclude con la protagonista che indossa un casco. Questo si collegherà al suo prossimo video, al suo prossimo viaggio.

Ma chi è Tuasorellaminore?

Tuasorellaminore è l’Oriente che si unisce all’Occidente.
È il profano che si mischia al sacro, il visibile all’occulto.
È la bambina strana che dicevano sembrasse una zingara.
È la femminilità nascosta nel lato più maschile.
È il diverso, l’emarginato che ha voglia di sentirsi protagonista.
È l’esigenza di emanciparsi dalle abitudini.
È la risposta che non ti aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.